inaspettato

Pubblicato: 18 aprile 2012 da vintage/me in varie

E poi arriva quella sera in cui torni a casa dopo esserti devastato in palestra, con i capelli sporchi, in tuta, l’ascella pezzata e le occhiaie di stanchezza dopo una giornata estenuante tra una corsa in bicicletta per evitare il temporale, un laboratorio, un pranzo al volo per tornare a lezione, un mezzo mal di gola a causa del tempaccio. In questo stato di cose, quando non sai se desiderare prima di mangiare qualcosa o di buttarti sotto una doccia, e cominci a pensare che farai la seconda delle due, dal momento che sei quasi certo che nessuno ti abbia preparato qualcosa, ti capita di entrare nel vialetto che porta a casa parlando al telefono con tua madre. Apri lentamente la porta, metti giù il telefono, ti togli la giacca a vento tentando di ridare ai capelli un aspetto presentabile, vedi una faccia che ti guarda curiosa e ti senti dire:

Ma! Sei tu! Ho sentito la voce di un ragazzo che entrava nel condominio e ho pensato: che bel modo di parlare, che voce sensuale, deve appartenere ad un vero figo, è sicuramente la voce di un bel ragazzo…senza riconoscerti! E poi, quando hai aperto la porta di casa, ho capito che eri tu!

Ecco, quando ti capitano cose come questa capisci che la felicità è davvero fatta di piccole cose!

Image

/matteo

Annunci
commenti
  1. edgeofgloria ha detto:

    Mio malgrado non posso dire “che stucchevolezza!” perché è tanto carrrrino!!! =)

  2. poldoferro ha detto:

    Bisogna saper apprezzare le piccole cose;
    quelle “grandi”, dopo poco, appassiscono come le Rose!
    scusa la rima ma mi viene senza volerlo 🙂
    -guido-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...