Questo slideshow richiede JavaScript.

Con l’arrivo del caldo e dell’estate, il pensiero vola a tutte quelle vacanze e quei viaggi che ci piacerebbe intraprendere se non ci fossero di mezzo gli esami e le temutissime sessioni di giugno-luglio e settembre. Sempre che non siate dei fisici, in questo caso spesso non si scampa neppure ad agosto. Meta che ho visitato da ormai un paio di mesi per la prima volta- mi vergogno un po’ a dirlo,- Firenze costituisce una città assolutamente imperdibile per tutti i visitatori appassionati di storia, arte e buona cucina. Culla e faro del Rinascimento italiano, vanta una quantità e qualità di palazzi, musei, chiese, già ampiamente recensita in svariate guide del Touring, e che tutti, chi più chi meno, si sono sorbiti in numerose lezioni di storia dell’arte. Non starò dunque qui a tediarvi oltre, concentrando invece la mia narrazione sulla spettacolare notte bianca in cui mi sono letteralmente imbattuto durante la mia visita al capoluogo toscano. Musei aperti gratuitamente fino a notte fonda mi hanno permesso di vedere gli Uffizi dopo una coda di appena un’ora (rispetto alle due e mezza del pomeriggio) e di godermi la vista di palazzo della Signoria illuminato a giorno in piena notte- credo fossero le due del mattino, e confesso che, dopo una giornata intera, stavo veramente ciondolando e rischiando di addormentarmi ovunque. Artisti di strada, ballerini, concerti in tutte le piazze. Proiezioni luminose sull’imponente palazzo Pitti. Immancabile e principesco lancio di lanterne infuocate dal Ponte Vecchio a mezzanotte, accorgendosi soltanto dopo che apparteneva alla “notte bianca per bambini” (e per piccole principesse sognanti). Totalmente inaspettata e fuori programma, questa notte bianca è stata esattamente quello che ci voleva per smaltire un’abbondante e soddisfacente cena fiorentina- non lasciatevi sfuggire i favolosi fagioli all’uccelletta! Dopo l’estenuante ma gratificante visita notturna, una rapida dormita nel primo Ostello di lusso italiano: prezzi assolutamente concorrenziali, servizi paragonabili a quelli di un hotel vero e proprio- ero in camera doppia con bagno!- e non troppo lontano dal centro. Che dire, tutti gli ingredienti necessari per un fine settimana classico ma anche originale, non lasciatevi sfuggire la prossima notte bianca di Firenze!

/m

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...